Chiesa dell'Addolorata
“alla Madonnina”

L'antica Desenzano era cinta da mura che, pur non essendo potenti fortificazioni, delimitavano il paese, al quale si accedeva attraverso tre porte. La porta di S. Maria, verso Verona, il Portone delle Rive, detto anche di S. Benedetto, verso Salò, e la porta del castello, o di S. Giovanni, verso Brescia. All'esterno di quest'ultima (che si trovava all'attuale incrocio tra Via Garibaldi e Via Gherla) sulla strada diretta da S. Marco, dove si effettuava una curva a gomito, in prossimità del bivio con la strada per Castiglione (per Brescia lungo l'attuale Viale Andreis ) la comunità edificò un piccolo santuario dedicato alla Beata Vergine dei Sette Dolori.
Benedizione Solenne: 22 dicembre 1754

Chiesetta dell' Addolorata "alla Madonnina", in Via Guglielmo Marconi,

Desenzano del Garda | BS

Nel 1789 il Senato veneziano ordinò la manutenzione delle strade postali, coinvolgendo anche questo capoluogo. L'iscrizione, ancora visibile, fa riferimento a questa operazione di trasporto dell'affresco:

"Qui prostrato, passante, Venera la nostra Madre addolorata la cui devota immagine fu mirabilmente trasportato dal primitivo sacello"

square house image
La facciata esterna del Duomo vista dall’omonima piazza.
Sopra il portale in pietra di Botticino la statua di S. Maria Maddalena opera di Santo Callegari da Brescia.
square house image
La facciata esterna del Duomo vista dall’omonima piazza.
Sopra il portale in pietra di Botticino la statua di S. Maria Maddalena opera di Santo Callegari da Brescia.

Powered by Smartecclesia.it